Gsa Apu Udine-Gimar Basket Lecco 87-65

image

Parte con una netta sconfitta il cammino della GIMAR Basket Lecco che cade sotto i colpi di Udine 87-65, pagando in termini di fisicità ed esperienza al cospetto di giocatori del calibro di Zacchetti, Vanuzzo (fresco campione di tutto in Italia con Sassari), Poltroneri. Le chiavi della sconfitta stanno nella sfida persa a rimbalzo, 37-28 per Udine, e nello scarso apporto da parte della panchina, con soli otto punti messi a segno dai subentrati al quintetto di partenza (Mascherpa, Dagnello, Brambilla, Piunti e Balanzoni) contro i 22 di Udine.

E pensare che la GIMAR era partita forte nel primo quarto, sapendo rispondere al parziale friulano di 7-0 (11-4 a 6,15) con un controparziale di 13-5 grazie ai cinque punti di Balanzoni, i quattro di Dagnello e la tripla di Mascherpa, chiudendo avanti di un punto la prima frazione di gioco (16-17). Nel secondo periodo Lecco toccava il massimo vantaggio, “più quattro” (21-25 a 6,21), col canestro e fallo subito da Mascherpa, e restava agganciata al match fino a tre minuti dall’intervallo quando il risultato era in perfetta parità (30-30). A quel punto il parziale di 8-0 in favore di Udine, grazie ai tre punti di un quasi perfetto Poltroneri (chiuderà la gara con 7/8 dal campo) e ai cinque consecutivi di Castelli (mvp di giornata con 18 punti e 6 rimbalzi), incanalava la partita verso i friulani che, con un’altra tripla di Castelli e il 3/3 dalla lunetta di Truccolo chiudevano il secondo quarto sul 44-32.

Al rientro dagli spogliatoi Lecco faticava a rientrare in gara, tornando sotto la doppia cifra di svantaggio solo raramente, consentendo a Udine di mantenere pressoché invariato il vantaggio (60-47 alla fine del terzo periodo). L’ultimo quarto si apriva con il forfait di Balanzoni, out per cinque falli dopo una manciata di secondi, e quello di Piunti, con ancora sette minuti da giocare. Senza i due pivot titolari Udine aveva gioco facile sotto canestro, dove Zacchetti (10 punti totali) faceva valere la sua stazza e sigillava la larga vittoria per i suoi con l’87-65 finale.

Nonostante la sconfitta e di fronte alla squadra (forse) più forte del campionato sia fisicamente che tecnicamente, si sono viste a tratti buone cose da cui poter ripartire, con l’auspicio che i parecchi giovani in squadra si adattino velocemente ad un campionato così competitivo come lo è il girone B quest’anno. Le premesse per fare bene ci sono tutte, già a partire dalla prossima partita, domenica 4 alle 18,00, quando al “Bione” riceveremo l’altra corazzata del campionato Orzinuovi.

Vi aspettiamo tutti al palazzetto domenica, a tifare e incitare i nostri ragazzi che hanno anche bisogno di voi!

Forza Lecco!


Gordon Olginate-Basket Lecco

image

Otto su otto: chiudiamo il pre-campionato senza conoscere la parola sconfitta. L’ultima vittoria è arrivata nel derby contro la Gordon Olginate, squadra di C Gold costruita per puntare alla promozione In B.

Privo di Piunti, tenuto a riposo precauzionale per un dolore alla schiena ma sicuramente disponibile per domenica, coach Meneguzzo recupera i due classe ’96 Freri e Ukaegbu e schiera dall’inizio un quintetto che vede Mascherpa in regia, Dagnello guardia, Brambilla e Perego ali e Balanzoni pivot. Per Lecco l’inizio non è dei migliori, con Olginate che si porta subito sull’8-2 ribattendo colpo su colpo ogni tentativo di rientro bluceste. Il sorpasso arriva alla metà del primo periodo grazie alla tripla di Ukaegbu (11-13), ma dura poco perché Olginate riprende a macinare gioco e punti chiudendo la prima frazione avanti di cinque lunghezze (21-16). Nel secondo periodo l’inerzia della gara cambia, e Lecco, grazie alle ottime trame offensive tra Mascherpa e Balanzoni, ai punti di Dagnello e alla vivacità di Siberna, impatta il risultato sul 34 pari all’intervallo.

Lo strappo decisivo si verifica nel terzo quarto, quando Lecco diventa inarrestabile in attacco grazie alle quattro triple consecutive che portano la firma di Mascherpa, Dagnello, Riva (giovanissimo pivot classe ’98) e Todeschini, ai punti uniti ai rimbalzi di un decisivo Balanzoni sotto canestro e all’onnipresenza di Siberna, autore di tre palle recuperate convertite in sei punti. I dodici punti di vantaggio (54-66) accumulati alla fine del periodo rimangono invariati fino al termine della gara, dal momento che l’ultimo quarto, chiuso in parità 17-17, non ha mai visto Olginate dare l’impressione di poter tornare in gara e i lecchesi in controllo totale del risultato. La partita si è conclusa col risultato finale di 71-83 in favore del Basket Lecco.

Tra quattro giorni esordio in campionato con la difficile trasferta di Udine. Inizio della gara al PalaBenedetti di Udine alle ore 18,00 (via Marangoni 46).

Forza ragazzi, forza Lecco!

Under 16 – prima amichevole a Lesmo

12002219_10207933625882345_412890006683399925_n

Esordio amichevole a fasi alterne per il gruppo U16 Elite, che sabato 19 ha effettuato il primo test di livello in casa della “pari-categoria” Lesmo dopo i primi allenamenti stagionali (10).

La partenza troppo soft nel primo quarto ha costretto i ragazzi a inseguire per tutta la durata della gara i padroni di casa: le migliori cose si vedono solo dopo l’intervallo, quando i giovani lecchesi riescono nell’intento di bloccare i meccanismi dell’ingranaggio brianzolo – peraltro già ottimamente rodato – e ad arrivare fino al 60-55 del minuto 33. Da lì un blackout mentale di parecchi minuti segna il finale di gara con una grossa e decisiva sbandata.

Il lavoro da fare è tanto, ma il gruppo già conosce gli obiettivi di crescita individuali e di squadra ed è sulla buona strada per poterli centrare.

Gli avversari di domenica: Apu Gsa Udinese

apu-udine-2015

La prima giornata di campionato ci riserva una trasferta dall’alto coefficiente di difficoltà, dal momento che faremo visita ad una tra le formazioni favorite per il salto di categoria, l’Apu Gsa Udine (unica squadra friulana del girone). Nella passata stagione, i bianconeri, dopo aver chiuso al secondo posto la regular season, a sorpresa hanno dovuto abbandonare le speranze di promozione ai quarti di playoff contro Bergamo (sconfitta per 1-2). Per evitare nuovi passi falsi, quest’anno la società ha potenziato ancor di più il roster da consegnare a coach Lino Lardo, con l’obiettivo chiaro della promozione in A2.

Oltre alle importanti conferme di alcuni elementi della passata stagione, quali CiriciofoloPoltroneri e Zacchetti, sono stati acquistati l’ala Michele Ferrari (l’anno scorso a Pordenone), il playmaker Gianluca Marchetti (ex Barcellona Pozzo di Gotto), l’ala Riccardo Castelli (l’anno scorso in A2 a Ferrara), la guardia Riccardo Truccolo (prodotto del settore giovanile udinese e l’anno scorso a Costa Volpino), il play/guardia Mauro Pinton (l’anno scorso in A2 a Treviso), il playmaker Vittorio Nobile (ex Pordenone), infine l’ala-pivot Manuel Vanuzzo, neocapitano, reduce dal triplete conquistato con Sassari nella passata stagione in serie A con la vittoria di Scudetto, Coppa Italia e Supercoppa Italiana (nel suo palmares un’altra Coppa Italia vinta nel 2013-2014 sempre con Sassari).

Ecco il roster dettagliato dei nostri avversari:

1. Riccardo Castelli: 1988 – 200cm – Ruolo: ala
4. Bernardo Ciriciofolo: 1995 – 188 cm – Ruolo: guardia
5. Gianluca Marchetti: 1993– 178cm – Ruolo: playmaker
7. Joel Zacchetti:1982 – 209 cm – Ruolo: centro
8. Riccardo Truccolo: 1989 – 190cm – Ruolo: guardia
9. Vittorio Nobile:1995 – 193cm – Ruolo: playmaker
13. Mauro Pinton: 1984 – 185cm – Ruolo: play/guardia
14. Michele Ferrari: 1986 – 196cm – Ruolo: ala
15. Manuel Vanuzzo: 1975 – 205cm – Ruolo: ala/centro
21. Davide Poltroneri: 1985 – 196 cm – Ruolo: ala

L’anno scorso una vittoria a testa per le due formazioni: all’andata vittoriosi noi, in trasferta, per 56-55, mentre al ritorno Udine espugnó il “Bione” per 74-70.

Appuntamento dunque a domenica 27, al PalaBenedetti di Udine (via Marangoni 48) per la prima giornata di campionato.

Robur et Fides-Basket Lecco

image image

Ottimo biglietto da visita per il campionato che scatterà domenica prossima in quel di Udine. La gara di ieri sera ha confermato tutti i progressi visti da metà agosto ad ora e ci ha permesso di conquistare il “Memorial Biganzoli”, quadrangolare di serie B organizzato dalla Robur et Fides Varese. E proprio contro i varesini ci siamo imposti in finale per 87-65, dominando l’incontro dall’inizio alla fine.

Dopo un primo quarto piuttosto equilibrato, chiuso sul 23-19 in nostro favore, lo strappo decisivo è andato in scena nel periodo successivo, praticamente perfetto sia in attacco che in difesa, che ci ha permesso di chiudere la gara già all’intervallo (48-28). Il secondo tempo non ha presentato particolari sussulti ed è stato testimone di un gioco fluido, rapido e aggressivo che ci ha permesso di allungare ulteriormente il vantaggio (+22 finale). Nota di particolare importanza della serata la contemporanea presenza di cinque atleti lecchesi sul parquet nel finale di gara: oltre a Todeschini, Brambilla e Perego, i due giovanissimi classe ’98 Albenga e Monte.

La vittoria di ieri è stata la settima vittoria su sette gare disputate nel pre-campionato: una marcia inarrestabile dove le note positive non provengono solo dai risultati ma soprattutto dalle prestazioni collettive ed individuali. La finale di ieri sera ha evidenziato un’ottima intensità di gioco, una buona solidità difensiva, belle giocate in attacco e un dominio totale a rimbalzo con Balanzoni e Piunti, quest’ultimo decisivo anche in attacco con tre triple messe a referto. Una menzione particolare va a Siberna, uno dei più giovani del gruppo, autore di una prestazione maiuscola sia in attacco (21 punti) che in difesa, con una quantità infinita di palle recuperate. Positive conferme dal resto della truppa, che si è aggiudicato con pieno merito il torneo e può guardare con piena fiducia all’inizio del campionato.

Bravi ragazzi, avanti così!

Prima della trasferta di Udine che aprirà il campionato di serie B, ultimo impegno amichevole ad Olginate, contro la Gordon, mercoledì 23 al Palazzetto dello Sport di via Campagnola.

Basket Lecco-Edimes Pavia

image

Altra vittoria per i nostri ragazzi, sicuramente la più emozionante del precampionato. Battiamo Pavia all’overtime per 74-71 e ci guadagnamo la finalissima del “Memorial Biganzoli” di stasera contro i padroni di casa della Robur et Fides Varese.

Praticamente perfetti in difesa durante i primi due periodi di gioco, chiudiamo all’intervallo con un vantaggio di sei punti (33-27) che, però, svanisce rapidamente nel corso del terzo quarto, quando l’inerzia si inverte e Pavia piazza un parziale di 21-10 grazie ad una precisione chirurgica dall’arco (4/4 da tre), che a 10 minuti dal termine significa 43-48.

Come se non bastasse, l’ultima frazione si apre con Piunti out per 5 falli e con Pavia che risponde colpo su colpo ad ogni tentativo di rientro lecchese. Ma, si sa, lo spirito di gruppo è una delle caratteristiche principali di questa squadra e così, con anche Balazoni fuori per falli e qualche fischio contro discutibile, il sorpasso diventa realtà con la penetrazione di Mascherpa (58-57), prima di una tripla avversaria che riporta il punteggio in favore dei pavesi (58-60). Gli ultimi minuti si giocano sul filo del rasoio dei tiri liberi, così tocca a Dagnello, perfetto dall’arco nell’ultimo periodo (5/5), prendersi il tiro più importante della gara quando il tabellone dice 61-64. Tripla favolosa sulla sirena e retina, per il 64-64 che manda le squadre all’overtime. E negli ultimi cinque minuti di gara il protagonista diventa l’unico pivot rimasto a disposizione, Perego, autore di sei decisivi punti (3/3 da 2) coi quali spezza le residue speranze di Pavia. Finisce 74-71.

Appuntamento a stasera per la finalissima del “Memorial Biganzoli” contro i padroni di casa della Robur et Fides Varese. Palla a due alle 21,15 al Campus di Varese (via Pirandello 31).

FORZA RAGAZZI!