L’intervista al nostro capitano Giulio Mascherpa

image

Quella di domenica, per lui, non sarà una partita come tutte le altre. Giulio Mascherpa torna a calcare il parquet del PalaRavizza di Pavia, la sua città, dopo quattro anni e lo fa da capitano della GIMAR Basket Lecco. Tra i migliori marcatori della passata stagione, il numero 8 bluceleste si sta confermando a grandi livelli anche in questo avvio: 16,5 punti, 4,5 rimbalzi, 2,5 assist e 14,8 di valutazione di media in quattro partite.

Giulio, facciamo un passo indietro a quest’estate. Tanti rumors di mercato, poi la conferma e i gradi di capitano. Dopo una stagione da assoluto protagonista, ti senti ancor più responsabilizzato?

Essere capitano a 23 anni di una squadra di serie B è una grande soddisfazione. Quest’estate sono stato vicino ad una squadra di A2 e in B sono stato ricercato da tante società, ma ho deciso di restare a Lecco per proseguire il percorso intrapreso con coach Meneguzzo in una piazza che mi ha dimostrato tanta stima e affetto.

Un avvio di regular season convincente, tenuto presente che avete affrontato due corazzate come Udine e Orzinuovi mentre con Firenze e Desio si è visto un bel Lecco e sono anche arrivati punti importanti. Dove può arrivare questa squadra?

Devo dire la salvezza altrimenti il Presidente e Max mi sgridano. A parte gli scherzi, credo che tolte Udine, Orzinuovi, Bergamo e Urania, ci sia abbastanza equilibrio e solo lavorando più degli altri possiamo toglierci qualche soddisfazione in più. E’ quello che stiamo facendo.

Tra i tuoi compagni chi ti sta sorprendendo di più in questo inizio di stagione?

Pisy ritengo che sia una delle guardie migliori del girone, Sibe e Bala stanno facendo benissimo, Tode dopo un avvio incerto è stato decisivo nelle ultime due vittorie, poi c’è la truppa dei giovani che ci sta aiutando molto. Però, se devo indicarne solo uno, scelgo Giorgio per la facilità con cui si è adattato nel nuovo ruolo e per la qualità che riesce ad esprimere sul parquet quando non è limitato dai falli.

Veniamo a Pavia, sicuramente una partita particolare per te. Che ricordi hai e che gara ti aspetti?

E’ una gara speciale  per due motivi: sia perché torno a Pavia dopo che venni tagliato 4 anni fa e quindi c’è un pò di voglia di rivincita, sia perché torno in un palazzetto che mi ha regalato tante soddisfazioni, dallo scudettino U19 alle convocazioni in A2 insieme a giocatori del calibro di Colussi e Forte, dai quali ho imparato molto. Sarà sicuramente una partita difficile e, per me, molto emozionante dato che verranno a vederla molti miei amici. Sono convinto che potremo giocarci le nostre chance fino in fondo.

E’ Giulio Mascherpa il playmaker più forte del campionato?

Credo di avere ampi margini di miglioramento, ma ho la fortuna di essere allenato dal miglior coach del campionato e nel mio ruolo non mi sento inferiore a nessuno. Certo, questo dovrò dimostrarlo di domenica in domenica sul campo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...