EDIMES Basket Pavia-GIMAR Basket Lecco 58-75

image

Terza vittoria consecutiva con vantaggio finale in doppia cifra e avversari sotto quota 60. Numeri importanti per la GIMAR che si conferma squadra vera, prolifica in attacco e attenta in difesa. Domenica per Bergamo, al “Bione”, non sarà certo una passeggiata. Doveva essere la partita di Mascherpa, di ritorno a Pavia, e così è stato: 22 punti e 4 assist col 50% dal campo. Ma nella vittoria di Pavia (58-75) c’è tanto altro: il dominio nel pitturato di Piunti e Balanzoni (20 rimbalzi in due sui 39 totali di squadra), i primi punti in campionato per il giovane Freri, il dinamismo di Brambilla (6 punti e 5 rimbalzi) e purtroppo (ma nulla di grave) la ferita al sopracciglio per Dagnello.

Lecco parte forte e raggiunge subito il “più sette” a 7’20” grazie alle triple di Piunti e Dagnello e al canestro “più fallo” dell’ex Mascherpa, costringendo subito al time out l’ex coach Garetto (2-9). La musica, però, non cambia perché gli ospiti vanno sul 4-13 con Piunti e Siberna, concedendo a Pavia solo quattro punti in sei minuti di gioco. I rossoneri reagiscono con l’esperienza di Buscaino, Fossati e la tripla di Vitali (chiuderà con 5/6 da tre) per il “meno due” a 1’44” (11-13). L’1/2 di Perego e il 2/2 di Brambilla dalla lunetta fissano il risultato della prima frazione di gioco sul 13-16 per Lecco. In avvio di secondo tempo i blucelesti vacillano complice il parziale pavese di 9-2 firmato dai due punti di Venturelli e dai sette consecutivi di Zennaro per il 22-18 a 7’33”, ma non crollano. Ci pensano Dagnello (1/2 ai liberi), Piunti “da due” e Balanzoni con cinque punti consecutivi a scrivere il contro-parziale di 8-0 che significa “più quattro” a 4’37” (22-26). Da questo momento in poi Lecco non abbandonerà più il vantaggio, toccando anche il “più sei” con la prima tripla del pomeriggio di Mascherpa (27-33 a 2’25”), prima di andare all’intervallo lungo con un margine di tre punti (34-37).

Il secondo tempo si apre con la tripla di Siberna, a cui rispondono per le rime Ferri prima e Venturelli poi per la parità assoluta dopo due minuti di gioco (40-40). Nei restanti 8′ prima della terza sirena va in scena il capolavoro tecnico-tattico della squadra di Meneguzzo. Due soli punti subiti e ben 19 segnati per il 42-59 di fine terzo quarto che spezza la partita e permette a Lecco di farla propria. Dall’arco Mascherpa è quasi perfetto (3/4), in area ci pensano Piunti (3 rimbalzi, due punti e un assist) e Balanzoni (3/4 “da due”, due rimbalzi e un assist). L’ultimo periodo diviene utile solo per le statistiche, perché il risultato non è più in discussione e Lecco trova addirittura il “più ventitrè” col canestro di Balanzoni a 4’23” (50-73). Solo la precisione dai 6,75 della guardia ex Cento Vitali evita a Pavia un passivo così pesante e la gara si chiude sul 58-75 per Lecco.

Prossimo appuntamento domenica 1 novembre alle ore 18 per la sesta giornata di campionato: al “Bione” arriverà la Co.Mark Bergamo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...