Gli avversari di domenica: LTC Sangiorgese

dsc_6902

L’ultima giornata d’andata – e prima del 2016 – ci presenta l’occasione di spezzare il digiuno esterno dopo tre sconfitte consecutive lontano dal “Bione”. Domenica affrontiamo in trasferta la LTC Sangiorgese, quart’ultima a quota 8 punti. Dopo tre vittorie nelle prime tre giornate, i biancoarancio hanno vinto una sola gara nelle successive undici uscite e sono reduci da ben 7 sconfitte consecutive. I legnanesi sono il secondo peggior attacco del girone con 64,9 punti segnati a gara, mentre in difesa subiscono poco più di noi concedendo 74,4 punti agli avversari a fronte dei nostri 74,1. Inoltre, risultano la squadra che perde il maggior numero di palle: ben 18,8 a partita.

Dopo il mancato approdo ai playoff (girone A) nella passata stagione, la società ha cambiato guida tecnica affidandosi a Marco Gandini, ex assistente di Marcello Ghizzinardi sulla panchina dell’Urania Milano, nonché ex responsabile del settore giovanile della stessa società milanese. Per quanto riguarda il roster messogli a disposizione, sono stati confermati pochi giocatori. In primis il capitano Daniele Benzoni (ala grande classe ’80), a seguire il centro Alessandro Priuli (’86), l’ala-centro Stefano Scuratti (’94), le giovani guardie Pietro Ponzelletti (’97) e Simone Nuclich (’98). I nuovi arrivati, invece, rispondono al nome di Federico Tassinari, playmaker classe ’96 proveniente dal settore giovanile della Virtus Bologna, Mattia De Ruvo (ala piccola del ’94 ex Montichiari e miglior giovane delle Final Four di Coppa Italia 2014/2015), Filippo Rossi (play del ’97 proveniente dal settore giovanile dell’Olimpia Milano), Francesco Toso (’96 anche lui in arrivo dall’Olimpia), Francesco Gorreri (guardia classe ’95 ex Francavilla in serie B) e ultimo, ma non certo per importanza, Paolo Vitali (guardia classe ’81, a Pavia in questa prima parte di stagione). Completa il roster la giovanissima guardia Francesco Biraghi (’99).

Un occhio alle statistiche individuali: Benzoni, in forse anche per la partita di domenica a causa dell’infortuno che lo sta tenendo lontano dai campi dalla settima giornata, è comunque il miglior marcatore (19,2), il miglior rimbalzista (6,3) e il migliore per valutazione (20) della squadra. Priuli è il miglior tiratore da due del girone col 64%, mentre Tassinari è il migliore in assoluto dalla lunetta con un solo errore su 51 tiri (98%), ma è anche il giocatore che perde più palle (4,5 a gara). Da tenere occhio, ovviamente, anche Paolo Vitali: 10,1 punti, 4,7 rimbalzi e 2,1 assist in 7 gare disputate con Pavia (15 punti col 5/6 da tre nella gara da noi vinta a Pavia a fine ottobre).

Appuntamento, dunque, a domenica 3 gennaio alle ore 18 al PalaBertelli di San Giorgio su Legnano (via Del Campaccio 52): LTC Sangiorgese-GIMAR Basket Lecco.

Annunci

GIMAR Basket Lecco-PMS ALLMAG Moncalieri 88-79

1924007_10208050175313150_7525608454729381121_n

Una vittoria per chiudere al meglio un anno ricco di soddisfazioni per la GIMAR Basket Lecco. Nell’ultima partita del 2015 i ragazzi di coach Meneguzzo superano una coriacea Moncalieri 88-79, grazie soprattutto all’accoppiata Mascherpa-Dagnello (30 punti il primo, 25 il secondo).

L’avvio è pirotecnico, con una tripla dietro l’altra: a Tassone rispondono Dagnello e Piunti, prima dell’uno-due ospite con Gioria e Conti per il 6-7 a 6’46”. Poi, Lecco prova a scappare con un canestro e fallo di Mascherpa e un’altra tripla di Piunti (13-9 a 5’14”), ma Moncalieri resta a contatto fino a 3′ dalla fine, quando Gioria infila il terzo 1/2 consecutivo dalla lunetta per il 19-15. Poi sono Mascherpa, con 4 punti, e Dagnello, con 2, a chiudere il primo periodo sul “più sei” (25-19). La prima metà di secondo quarto è perfetta: il parziale di 13-3, firmato dalle triple di Dagnello, Mascherpa e Todeschini e dalle sospensioni dello stesso Dagnello e di Piunti, sembra mandare al tappeto gli ospiti che si ritrovano sotto di 16 punti a 5’56”. Il solito Conti (25 punti e 14 rimbalzi) prova a salvare la baracca, ma sono ancora Piunti (da due) e Dagnello (da tre) a scavare altro margine: “più diciotto” a 4’06” (43-25). Partita finita? Nemmeno per sogno, perché Moncalieri non ci sta a fare la parte della vittima sacrificale e dimostra che l’ultimo posto in classifica, da ieri solitario, non è alquanto meritato: il parziale di 4-14, frutto del dominio nel pitturato di Conti (8 punti) e Cattapan (6), riapre i giochi all’intervallo sul 47-39.

In avvio di terzo periodo il parziale ospite non accenna a chiudersi: i 4 punti di Baldasso (interessantissimo play classe ’98) e il gioco da tre di Gioria spaventano la GIMAR perché siglano il “meno uno” per Moncalieri (49-48 a 6’16”). Il 2/2 dalla lunetta di Tassone segna addirittura il vantaggio ospite subito dopo, prima che la tripla di Dagnello torni a far respirare Lecco, ma è sempre dalla lunetta che Moncalieri fa male: il 3/4 di Conti vale il controsorpasso (52-53 a 5’31”). Poi Lecco si ricompatta e dal successivo canestro di Siberna non mollerà più il comando della partita. I due liberi di Dagnell0 a 48” dalla fine del terzo quarto siglano il “nuovo” massimo vantaggio (“più otto”). Gioria prova a rispondere con un altro canestro e fallo, ma Mascherpa ristabilisce i due possessi pieni di vantaggio all’ultimo mini-intervallo della serata: 68-61. Nell’ultimo periodo Moncalieri continua a lottare, ma il vantaggio di Lecco resta stabile. La tripla di Dagnello (5/9 dall’arco e 25 punti complessivi) e il canestro “impossibile” di un eccezionale Mascherpa (30 punti, 9 assist e 6 rimbalzi) mettono il punto esclamativo all’incontro riportando in doppia cifra il vantaggio: 79-69 a 5’50”. Nonostante la complicata situazione falli (Balanzoni e Freri out), la GIMAR tiene il colpo, anche quando Moncalieri si rifà nuovamente sotto: la tripla sbagliata da Conti e il successivo rimbalzo difensivo-assist di Mascherpa per il canestro di Balanzoni chiudono definitivamente il match a 1’43” (85-75). Finisce 88-79 tra gli applausi del “Bione”, chiamato ad essere l’uomo in più nella prima gara casalinga del 2016 (6 gennaio), quando a Lecco arriverà la corazzata Udine dei vari Zacchetti, Vanuzzo, Poltroneri. Prima, però, c’è da battere a domicilio la Sangiorgese domenica prossima.

 

Prossimo appuntamento domenica 3 gennaio 2016 alle ore 18 al PalaBertelli di San Giorgio su Legnano (via Del Campaccio 52): LTC Sangiorgese-GIMAR Basket Lecco

Under 16 – 10^ di andata: Basket Lecco – Giardino LVS Orsenigo 72-61

1497955_816214248488914_6122791621079637387_o

L’ultima gara dell’anno 2015 coincide con un bel regalo di Natale per il gruppo U16: quella vista sul parquet del Bione è stata una buonissima prova, tecnica e mentale, che conferma l’ottimo periodo collegato al mese di dicembre.

Si parte veramente forte con buone giocate di squadra, sia dal palleggio sia sugli scarichi: Marchesi fa la voce grossa (12 i suoi punti nel solo primo quarto), ma solo le folate di tutti i blucelesti a far diventare piacevole la gara, tanto che coach Spinelli è costretto a fermare fermare l’emorragia con il primo timeout (14-6 al minuto 7). Il primo periodo si chiude già con un vantaggio in doppia cifra (21-10). Nel secondo periodo Cappelletti spinge i suoi con buone giocate dentro l’area e, complice il blocco offensivo di casa, riavvicina i compagni fino al -7 dell’intervallo (38-31).

Dopo la pausa, l’attacco di Ghirlandi e compagni è ancora “incagliato”, si concedono alcune palle perse che Orsenigo converte in buone giocate in campo aperto, tanto che pian piano gli ospiti rosicchiano punto su punto, fino ad arrivare al 50-48 di fine terza frazione. Nell’ultimo quarto si tornano a vedere ottime cose lecchesi: l’attacco finalmente si ritrova e martella veramente forte, in difesa si concede poco agli avversari e da quello, anche con qualche contropiede, si costruisce la vittoria finale che dà morale e molteplici spunti per il breve periodo.

La trasferta in terra croata dal 26 al 29 dicembre al Christmas Tournament di Porec capita “a fagiolo” come stress-test di valutazione degli aspetti tecnico/tattici, fisici e mentali di questo gruppo in grandissima crescita.

Campionato Under 16 Elite – 10^ giornata di andata
Basket Lecco – Giardino LVS Orsenigo 72-61 (38-31)


Lecco:
Valsecchi, Perillo, Monte, Colombo, Cappello, Ghirlandi (K) 17, Lomasto 16, Molgora 6, Marchesi 19, Cianci, Colosimo 14, Goretti ne. All. Monti-Riva
Orsenigo: Moretti, Cremona, Farina L. 6, Palmieri 6, Della Valle (K), Pontiggia, Mariano 5, Gavioli 11, Sala 2, Farina A. 2, Contartese 6, Cappelletti 16. All. Spinelli-Ventimiglia

Parziale dei quarti: 21-10, 17-21; 12-17; 22-13

Note:
TL -> BL: 14/29 – OR: 13/23
T3 -> BL: 6 (3 Lomasto, 2 Colosimo, 1 Marchesi) – OR: 0
FF -> BL: 23 – OR: 25

Arbitro: Anghileri

Prossimo turno: sabato 9 gennaio alle ore 17 presso la palestra Tovini di Brescia, si gioca l’undicesima gara di andata contro Leonessa Brescia.

Gli avversari di domenica: PMS ALLMAG Moncalieri

club_174

L’ultima gara dell’anno ci propone un avversario sulla carta molto facile, ma, si sa, in questo campionato nulla va mai dato per scontato. Moncalieri, reduce da sette sconfitte consecutive, è ultima in classifica a quota 2 punti (alla pari di Mortara, ma dietro per lo scontro diretto sfavorevole). I gialloneri sono il secondo peggior attacco del girone con 64,2 punti segnati a partita, ma in difesa subiscono poco meno di noi (73,5 punti concessi contro i nostri 73,8). Inoltre, sono i secondi peggiori ladri di palle (appena 4,5 recuperi a gara) e la terza peggior squadra per valutazione (59). Discreti i numeri a rimbalzo, con 34,8 carambole conquistate a partita.

La società piemontese, ripescata in estate al posto della rinunciataria Pordenone, ha consegnato nelle mani di coach Luca Jacomuzzi (l’anno scorso ad Alba in C Gold) un roster giovanissimo, con l’obiettivo della salvezza. Sono stati confermati i playmaker Allen Agbogan (’97) e Tommaso Baldasso (’98), le guardie Giorgio Di Bonaventura (’97) e Edoardo Fontana (’98), e i centri Matteo Trovato (’96) e Riccardo Cattapan (’97). Per dare esperienza al gruppo sono state prese le guardie Leone Gioria (classe ’84 ed ex Tortona in A Silver) e Maurizio Tassone (classe ’90 ed ex Pavia in B), l’ala grande Tommaso Pichi (classe ’90 ed ex Torino in A Gold) e il pivot Francesco Conti (classe ’83 ed ex Trapani in A Gold). Completa il roster la giovane guardia classe ’97 Fabrizio De Ninno (ex Latina in A Silver).

Un occhio alle statistiche individuali: Gioria è il miglior realizzatore della squadra con 16,1 punti di media a partita, nonché il migliore per valutazione (15), mentre Conti è il miglior rimbalzista con 8,6 carambole a partita. Il pivot è anche il terzo miglior stoppatore del girone con 1,1 salvataggi a gara e uno dei migliori (il quinto in assoluto) dalla lunetta con l’87% dei liberi messi a segno.

 

Appuntamento, dunque, a domenica per le ore 18 al “Bione” per la quattordicesima giornata: GIMAR Basket Lecco-PMS ALLMAG Moncalieri.

WILDCATS Urania Milano-GIMAR Basket Lecco 77-75

12241308_1017790951612411_1852245740301875638_n

Terza sconfitta consecutiva in trasferta per la GIMAR, battuta all’overtime dai milanesi dell’Urania al termine di una partita combattutissima. Non è bastato il rientro di Balanzoni (nella foto) per avere la meglio su una delle squadre più quotate del girone, priva di Mariani ma con un Paleari super (21 punti). I motivi della sconfitta stanno (quasi) tutti in un semplice dato: lo sconfortante 12/25 ai liberi. Urania, dal canto suo, ha dominato in aerea (48 punti contro 30) senza permettere a  Lecco di trovare le contromisure a Paleari, nemmeno quando il capitano milanese è stato costretto ad uscire per il quinto fallo a metà dell’overtime.

L’avvio è favorevole a Lecco, avanti sino alla metà del primo quarto, quando Paleari segna il suo settimo punto della gara per il primo sorpasso Urania a 5’13” (12-11). Il successivo parziale di 8-2, firmato dal canestro e fallo di Stijepovic e dai cinque punti di Paleari, permette ai padroni di casa di allungare sul “più sette” a 2’27” (20-13). Lecco, però, non molla e con un controparziale di 7-2, griffato dai quattro punti di Mascherpa e dalla tripla di Dagnello, si rifà sotto fissando il risultato sul 22-20 al termine del primo periodo. L’avvio del secondo quarto è molto confuso con errori a ripetizione da un parte e dall’altra, così tocca a Brambilla mettere a referto la prima tripla della sua stagione e a Balanzoni tornare al canestro dopo più di un mese di assenza per infortunio (24-25 a 7’46”). Poi, per due minuti non segna nessuno, fino al 2/2 di Todeschini dalla lunetta, ma ci pensano Ganguzza e il solito Paleari a riportare avanti Urania (28-27 a 4’39”). Lecco risponde con un parziale di 10-1, siglato da Piunti (4), Siberna (3) e dalla tripla di Mascherpa, per il massimo vantaggio della sua gara (+8): 29-37 a 1’51”. Urania ricuce con De Bettin e Paleari, ma Todeschini mette il punto esclamativo all’ottimo secondo periodo della GIMAR (12-20) con la tripla del 34-40.

L’avvio di terzo periodo è choc, perché Urania pareggia subito con De Bettin, Torgano e Paleari (40-40 a 7’50”), prima della tripla di Piunti che fa respirare Lecco. Poi sono ancora Torgano, De Bettin e Stijepovic a riportare in vantaggio Urania (46-43 a 5’33’), complice anche lo 0/2 dalla lunetta di Mascherpa. A questo punto la partita si fa vibrante con continui sorpassi e controsorpassi senza che nessuna delle due squadre riesca a prevalere sull’altra, fino a quando Urania infila la prima tripla della sua serata con De Bettin, a cui seguono i canestri di Ganguzza e Torgano per il 57-52 a 10′ dalla fine. In avvio di ultimo quarto gli errori si sprecano, ma è Mascherpa (top scorer della serata) a trovare i cinque punti consecutivi che riportano il risultato in parità (57-57 a 7,05”). La tripla di Dagnello a 4’35” regala il nuovo sorpasso a Lecco (60-62), che non segnerà più dal campo fino al 40′, ma De Bettin ripaga con la stessa moneta e Urania è di nuovo avanti. Piunti fa 2/2 dalla lunetta, poi Dagnello e Mascherpa avrebbero le triple per spezzare la partita, ma le loro conclusioni finiscono sul ferro e Urania ha le energie per tornare avanti col canestro di Torgano (65-64 a 2,02). Poi, Lecco si butta via: il 3/6 ai liberi è utile solo per prolungare la gara ai supplementari. Al 40′ il risultato è in parità assoluta: 67-67.

Stijepovic apre (e chiude) l’overtime, prima del botta e risposta tra Mascherpa e De Bettin dall’arco: 72-70 a 3’53”. Poi, l’1/2 di Mascherpa e l’errore di Piunti, seguiti dal 2/2 di Torgano sembrano spostare l’inerzia tutta dalla parte di Urania che va sul “più tre” a 2’36” dalla fine (74-71). Ma Lecco non molla: Mascherpa non sbaglia dalla lunetta e Paleari va fuori per cinque falli. La partita può svoltare, ma Balanzoni e Mascherpa mancano il sorpasso (0/2 ai liberi il primo, palla persa il secondo), così Stijepovic dalla lunetta mette un altro punto di margine 0’27” (75-73 ). Mascherpa pareggia sul possesso successivo, ma l’inossidabile Stijepovic evita il secondo overtime segnando il canestro decisivo a 0’01”. La tripla di Mascherpa, in condizioni di equilibrio precarie, finisce sul ferro e Urania può mantenere l’imbattibilità casalinga (7V su 7).

 

Prossimo appuntamento domenica 27 al “Bione” contro la PMS Moncalieri alle ore 18: GIMAR Basket Lecco-PMS Moncalieri.

Under 16 – 9^ di andata: Basket Lecco – Vismara 42-52

L’attacco bluceleste del gruppo 2000/01 sbatte contro il muro milanese del Vismara, eretto solamente dopo un ottimo avvio dei giovani di casa (10-6 al minuto 8), nonostante una prova difensiva tutt’altro che da buttare nel dimenticatoio.

L’avvio è di rara fattura, con i lecchesi che sono letteralmente trascinati dai sei punti di un Cianci ispirato nell’1c1 in avvicinamento al canestro. Vismara non riesce a contenere i ragazzi di Monti e Riva e cambia in fretta il piano partita, proponendo dall’ottavo minuto e per tutta la gara, fatta eccezione di qualche minuto nel terzo periodo, una difesa a zona pari (12-12 dopo i primi 10 minuti). Nel secondo periodo il ritmo lecchese cala vertiginosamente, tanto che Ghirlandi e compagni perdono fiducia e subiscono anche tanti, troppi contropiedi. L’intervallo arriva sul 22-26.

Dopo la pausa lunga, Vismara ci riprova con la uomo ma è un fuoco di paglia: i 3 punti suddivisi tra Ghirlandi in lunetta dopo una penetrazione fermata col fallo e Marchesi al ferro fanno fare “dietro-front” agli ospiti, che tornano sui loro passi e chiudono la contesa in contropiede a cavallo di terzo e quarto periodo (32-43 al minuto 30). Arriva il massimo vantaggio di Re e compagni al minuto 33 (+14, 32-46) con la tripla di Meleri, con Lecco che le prova tutte per provare a rientrare ma resta a 10 punti esatti di distanza.

Campionato Under 16 Elite – 9^ giornata di andata
Basket Lecco – Vismara 42-52 (22-26)


Lecco: 
Valsecchi, Perillo 3, Monte 3, Colombo, Cappello 4, Ghirlandi (K) 5, Lomasto 2, Molgora 8, Marchesi 6, Cianci 7, Colosimo 4, Goretti. All. Monti-Riva
Milano: Serbolisca 2, Jarach 2, Guerci 6, Tonioni 7, Azzinnaro 5, Maschio 4, Guerrieri 7, Cancellaro 3, Di Puglia 7, Meleri 7, Bianchi ne, Re (K) 2. All. Maligno

Parziale dei quarti: 12-12, 10-14; 10-17; 10-9

Note:
TL -> BL: 11/24 – VI: 7/14
T3 -> BL: 2 (Perillo e Monte) – VI: 2 (Guerrieri e Meleri)
FF ->BL: 17 – VI: 20

Arbitro: Arrigoni

Prossimo turno: sabato 19 dicembre alle ore 16 presso il Palazzetto del Bione, si gioca la decima gara di andata contro Giardino LVS Orsenigo.

Gli avversari di sabato: WILDCATS Urania Milano

12186696_971867969523681_6720086548339183954_o

Archiviata la bella vittoria su Padova, sabato ci attende una sfida d’alta classifica al PalaIseo di Milano contro Urania. Gli uomini del confermato coach Marcello Ghizzinardi sono reduci da cinque vittorie consecutive ed occupano il quinto posto in classifica a pari merito con Bergamo a quota 18 punti. I milanesi hanno numeri offensivi inferiori ai nostri: 71 punti segnati a partita contro 78, frutto di un 49% da due e di un 32% da tre. La differenza, però, la fa la difesa: sono solo 64,4 i punti concessi agli avversari dalla seconda miglior difesa del girone.

Dopo la sconfitta ai quarti di playoff contro la Fortitudo Bologna (0-2) della passata stagione, l’obiettivo della società non è cambiato: giocare un ruolo da protagonisti in questo campionato. Per ottenerlo sono stati confermati il capitano Andrea Paleari (pivot classe ’81), il giovane playmaker Federico De Bettin (’94), l’ala piccola Marco Torgano (’91) e la guardia serba Dusan Stijepovic (’88). I nuovi innesti rispondono al nome di Giacomo Mariani (playmaker ’86), l’anno scorso 20,5 punti di media a Perugia in C Gold, Daniele Ganguzza (ala grande dell’83 l’anno scorso a Pistoia in B con la Valentina’s Bottegone), Thomas De Min (ala/pivot classe ’86, l’anno scorso fermo ai box), che vanta 5 presenze in nazionale maggiore maturate nel 2008 quando militava nella Virtus Siena. Completano il roster i giovani Paolo Marra (guardia del ’98), Pierpaolo Valentini (playmaker del ’97), Massimiliano Maiocchi (pivot del ’97), Davide Bernasco (playmaker classe ’99), Filippo Verga (ala piccola classe’97), Carlo Spinetto (guardia del ’99) e Riccardo Alippi (playmaker classe ’98).

Un occhio alle statistiche individuali: Paleari è il miglior realizzatore e il miglior rimbalzista della squadra con 16,9 punti e 8,6 carambole a partita nonché il secondo miglior “ladro” di palle con 2,2 recuperi, mentre Mariani è il miglior assist-man del campionato con 4,7 passaggi smarcanti a gara. Come ben sappiamo, visti i precedenti, se dobbiamo indicare un solo uomo da tenere ben d’occhio questo è sicuramente capitan Paleari, che è anche il migliore per valutazione della squadra (19,8).

 

Appuntamento, dunque, per sabato al PalaIseo (via Iseo 10) di Milano alle ore 20,45: WILDCATS Urania Milano-GIMAR Basket Lecco.