Gli avversari di domenica: BROETTO COSTRUZIONI Virtus Padova

team_032275_2016_BM_VirtusPadova

Dopo la bruciante sconfitta di Vicenza torniamo al “Bione” per la sfida ad un’altra neopromossa veneta: la Virtus Padova. I neroverdi, reduci da due sconfitte consecutive, navigano nelle acque basse della classifica, a pari merito di Firenze a quota 6 punti. Padova segna molto meno di noi (67,2 punti contro i nostri 75,7), mentre per quanto riguarda i numeri difensivi regna un sostanziale equilibrio (73 punti concessi contro i nostri 72,6). Al tiro i veneti registrano un 46% da due e un 30% dall’arco, mentre dalla lunetta sono i quarti peggiore del girone con il 68%. Per quanto riguarda i rimbalzi, ottime cifre per quelli offensivi (secondi solo a noi con 11,1 RO a gara), meno buone per quelli difensivi (quarti peggiori con 24 RD a gara). Infine si segnalano 14,8 palle perse a partita (peggio solo la Sangiorgese), ma ben 7,4 recuperi (quarti migliori “ladri” del girone).

La società ha confermato coach Massimo Friso, per il quarto anno consecutivo sulla panchina della Virtus, con l’obiettivo primario della salvezza. Della passata stagione, culminata con il ritorno in B dopo 25 anni, sono rimasti in sette: il capitano di mille battaglie Leonardo Busca (playmaker classe ’72), al quarto anno a Padova dopo un lungo girovagare per tutta Italia tra serie A, A2 e B, il playmaker dominicano Jean Carlo Canelo (’89), la guardia Riccardo Contin (’95), le ali piccole Gabriele Salvato (’90) e Federico Schiavon (’88), l’ala grande Filippo Sabbadin (’91) e il pivot Marco Lazzaro (’92). Inoltre, sono stati presi il playmaker classe ’93 Alberto Mabilia, il cui arrivo era già programmato per la passata stagione e poi saltato a causa di un grave infortunio che ne ha compromesso la stagione, l’ala grande Enrico Crosato (’85 ex Bassano in C Gold) e il pivot Francesco Tuci (’92 proveniente dal Cus Torino in B). Completano il roster i giovani classe ’97 Stefano Calzavara (playmaker), Peter Cecchinato (ala piccola) e Giovanni Bonetto (playmaker).

Uno sguardo alle statistiche individuali: Lazzaro è il miglior realizzatore con 10,3 punti a partita, mentre Tuci il miglior rimbalzista con 5,4 carambole a gara. Spicca, nonostante la bassa percentuale di squadra, il 96% dalla lunetta di Canelo, che è anche il migliore per valutazione (9).

 

Appuntamento, dunque, a domenica al “Bione” (ore 18): GIMAR Basket Lecco-BROETTO COSTRUZIONI Virtus Padova.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...