GIMAR Basket Lecco-COELSANUS Robur et Fides Varese 70-62

12805937_10208517881645516_5913333050934562177_n

Con la settima vittoria consecutiva, maturata all’overtime su Varese 70-62, la GIMAR migliora il proprio record di punti in Serie B con ancora 6 giornate da giocare. Furono 30 l’anno scorso i punti che servirono agli uomini di coach Meneguzzo per raggiungere l’ultimo posto disponibile per disputare i playoff, sono 32 ad oggi e valgono il quarto posto insieme ad Urania. Per la certezza matematica della post-season, però, c’è ancora da attendere. Basta una sola vittoria tra due settimane (il prossimo weekend c’è la sosta per la Final Four di Coppa Italia) contro Costa Volpino, o la sconfitta di Padova contro Orzinuovi, per festeggiare il secondo obiettivo stagionale. Ma veniamo alla partita. Una gara equilibratissima, che ha visto le due squadre segnare lo stesso numero di punti dal campo (53) e chiudere sia all’intervallo che al 40′ in perfetta parità (29-29;58-58). Lecco ha dominato sotto le plance (50-37 i rimbalzi), con un Piunti fenomenale da 21 carambole e 7 stoppate, e ha capitalizzato bene le palle perse dagli avversari, tramutate in 15 punti (contro 6). Stona, invece, il pessimo 3/31 dalla linea dei tre punti.

L’avvio è tutto di Mascherpa, col 2/2 dalla lunetta e la tripla che vale il 5-2 a 7’33”. Dall’altra parte, sono Bolzonella e Santambrogio, con una tripla, a mettersi in mostra, prima che Piunti pareggi il conto sul 9-9 a 3′ dalla prima sirena. La tripla di Dagnello e la sospensione di Todeschini segnano il +5 a 28”, ma sono due liberi dello scatenato Bolzonella ad accorciare per la Robur sul 16-13 di fine primo quarto. Nel secondo periodo Lecco mantiene il vantaggio tra i due e i tre punti fino a metà, quando un’altra tripla di Santambrogio vale il il nuovo sorpasso ospite sul 20-21. Lecco ritrova il comando della partita con Dagnello e Mascherpa (25-22 a 2’56”), ma Bolzonella e Sabbadini non ci stanno e la Robur torna avanti a 1’55”. Non bastano altri 4 punti di Dagnello alla GIMAR per chiudere davanti all’intervallo, perché è ancora Bolzonella a mantenere a contatto Varese col “gioco da tre” che vale il 29-29 a metà gara.

Nel terzo periodo, la poderosa schiacciata di Piunti a 6’19” segna il mini-parziale lecchese di 6-2, subito annullato dal canestro con fallo subìto di Rovera e dai canestri di Bolzonella e Lenotti che valgano il +3 per Varese a metà quarto (35-38). Lecco non si sblocca dall’arco e viene punita dalla tripla di Rovera per il 37-43 a 2’44”. Balanzoni e Mascherpa dalla lunetta provano la reazione, ma è ancora Bolzonella ad esaltarsi per il +4 varesino a 10′ dalla fine (41-45). Nell’ultimo quarto di gioco Lecco trova la parità a 6’15” con un altro parziale di 6-2 aperto da Dagnello e chiuso da Todeschini (47-47). Lo straordinario Bolzonella (28 punti e 8 rimbalzi) prova a spezzare l’equilibrio dopo una palla persa da Mascherpa col canestro del +3 a 3’49”, ma Dagnello è glaciale dalla lunetta prima e al tiro poi per il soprasso della GIMAR a 2′ dalla fine sul 54-53. E’ una sfida tra le due guardie: il varesino firma il 56-57, il lecchese sbaglia la tripla del +2 a 46” dalla fine. Ma è ancora tutto aperto. Bolzonella trema e fa 1/2 dalla lunetta, Brambilla sbaglia il tiro del pareggio, ma è Rovera a dare una mano a Lecco con la palla persa a 22” che consente a Piunti di fissare il risultato sul 58-58. C’è spazio ancora per due attacchi, ma sia Bolzonella che Dagnello sbagliano e si va all’overtime.

Nel supplementare l’attacco di Lecco funziona meglio di quanto fatto nei precedenti 40′ e, anche se è ancora una volta Bolzonella a mollare per ultimo col canestro del 59-60, spezza l’equilibrio grazie ai 7 punti consecutivi di Dagnello (26 totali) per il 70-62 finale.

Prossimo appuntamento domenica 13 marzo alle 18 al Pala CBL di Costa Volpino (via Prudenzini): VIVIGAS Alto Sebino-GIMAR Basket Lecco.

Annunci

Under 16 – 4^ di ritorno: Basket Lecco – Virtus Bk Binasco 58-67

12744743_847904705319868_6487954339742124319_n

Il gruppo 2000/01 non è riuscito a sfondare il fortino, eretto con la difesa a zona attorno al rettangolo che racchiude l’area dei 3″, dai coriacei milanesi di Binasco (sicuramente con i 7 giocatori iscritti a referto non avrebbero potuto fare molto altro): la lucidità sui due lati del campo in questo tipo di gare non ha purtroppo ancora un’autonomia di 40 minuti. Una volta finita la benzina mentale, le scelte in attacco approssimative hanno permesso agli ospiti di colpire soprattutto in contropiede e di inceppare la vena realizzativa dei primi 25 minuti.

La partenza è in salita a causa di tre palle perse blucelesti “sanguinose” nelle prime sei azioni, che fanno gasare gli ospiti e costringono coach Monti a fermare dopo 2′ la partita con un time-out (4-9). La tendenza però non cambia e si arriva fino al primo massimo vantaggio milanese (6-15), da qui Colosimo e Molgora trascinano i compagni in un parziale di 11-3 che riporta i lecchesi a galla alla prima sirena (17-18). Nel secondo periodo, i lecchesi non riescono a correre in contropiede ma prendono ritmo muovendo bene la palla in attacco e trovando conclusioni dalla media e da tre punti (dentro l’area proprio si fatica a entrare) con Castagna e Marchesi (28-23 al minuto 15). Lo stesso Marchesi lancia i compagni con un gioco da 4 punti con una tripla in transizione e libero dopo il fallo, ben supportato da un positivo Colombo  (5 punti nel quarto) e all’intervallo si arriva con un positivo 40-33 e 8 bombe segnate.

Dopo la pausa si continua a lavorare bene fino al minuto 25 (44-38), da qui l’attacco progressivamente si inceppa e non trova più la retina con la stessa continuità avuta fino a quel momento: Binasco centra, alla lunga, l’obiettivo di speculare sulle percentuali dei giovani di casa che perdono fiducia soprattutto in difesa fino al +2 del minuto 30 (49-47). Nell’ultimo e decisivo parziale la carestia offensiva non finisce, la palla fatica entrare e Binasco, una volta messa la freccia, esattamente come all’andata infila nella parte centrale di quarto una serie di 3 tiri da 3 punti pesantissimi e decisivi che mettono definitivamente all’angolo Ghirlandi e compagni (55-64 al minuto 38). La bomba di Di Falco da 10 metri sigla il massimo vantaggio (55-67 al minuto 39), ma Marchesi è bravo a riavvicinare i lecchesi con una tripla di risposta per il 58-67 finale.

 

Campionato Under 16 Elite – 4^ giornata di ritorno
Basket Lecco – Virtus Bk Binasco 58-67 (40-33)

Lecco: Perillo, Castagna 5, Monte, Colombo 7, Cappello 3, Ghirlandi (K) 2, Lomasto 3, Molgora 11, Marchesi 21, Cianci, Colosimo 6, Goretti. All. Monti-Riva
Binasco: Di Luzio 5, Di Falco 21, Palazzi (K) 20, Contini 3, Marabelli, Carandini 13, Guerra 5. All. Guerra-Cantarella

Parziali dei quarti: 17-18, 23-15; 9-14, 9-20
Note:
TL -> BL 5/11 – BI 16/21
FF -> BL 17 – BI 16
T3 -> BL 11 (3 Marchesi, 2 Molgora e Colosimo; 1 Castagna, Colombo, Cappello e Lomasto) – BI 5 (2 Palazzi; 1 Di Falco, Carandini e Contini)

Arbitro: Monti

Prossimo turno: sabato 27 febbraio alle ore 17:30 presso la palestra di Via Santuario dell’Addolorata a Bergamo, si gioca la quinta gara di ritorno contro Excelsior Bergamo.

Gli avversari di domenica: COELSANUS Robur et Fides Varese

12764391_918014498314729_6270501825974037371_o

Domenica al “Bione” riceviamo la Robur et Fides Varese, prima della pausa per le Final Four di Coppa Italia in programma a Rimini il 4-6 marzo. Una vittoria con almeno tre punti di vantaggio contro i gialloblu, noni a 20 punti, ci regalerebbe il pass per i playoff con 6 giornate di anticipo. Il quintetto di coach Passera, rilanciatosi in orbita playoff con tre vittorie nelle ultime cinque gare, è il peggior attacco del campionato con 64,4 punti a partita (45% da due, 29% da tre e 73% ai liberi), ma subisce poco meno di noi, con 69,4 punti concessi agli avversari contro i nostri 70,9. I varesini, inoltre, sono i secondi peggiori rimbalzisti del campionato con 32 carambole a partita (quasi 4 in meno rispetto a noi), ma sono anche la squadra che perde meno palloni (solo 12 a partita contro le nostre 12,7 perse).

Per quanto riguarda le statistiche individuali, il quintetto base delle ultime uscite è composto dal giovane playmaker classe ’97 Moalli (2,5 punti e 2 assist in 17 minuti a partita), dall’esperto play/guardia Bolzonella (l’unico in doppia cifra con 18 punti, oltre a 4,4 rimbalzi e 3,3 assist), dall’ala piccola Rovera (7,5 punti e 2,6 rimbalzi), dall’ala grande Sabbadini (7,7 punti e 3 rimbalzi) e dal pivot Castelletta (6,3 punti e 5,5 rimbalzi). Ottimo l’apporto dalla panchina, con un buon minutaggio anche per il play Santambrogio (9 punti e 3,1 assist), per l’ala grande Matteucci – assente nell’ultima partita – (8,8 punti e 4,2 rimbalzi), e per l’ala piccola Remonti (ex capitano di Oleggio preso per sostituire l’infortunato Innocenti, che viaggia a 6,8 punti e 3,7 rimbalzi in 18 minuti). Completano il roster l’ala grande Lenotti (1,7 punti e 4,6 rimbalzi in quasi 12 minuti) e il giovane Maruca (guardia da 3,7 punti in 14 minuti).

All’andata finì 80-78 per la Robur, con 25 punti di Bolzonella e 24 di Mascherpa.

Appuntamento, dunque, a domenica alle 18 al “Bione”: GIMAR Basket Lecco-COELSANUS Robur et Fides Varese.

EROGASMET Crema-GIMAR Basket Lecco 70-75

12717197_1158940070784766_1102524101101629337_n

Una GIMAR senza limiti sbanca Crema 70-75 nello scontro diretto con l’EROGASMET e coglie la sesta vittoria consecutiva (serie record), salendo al quarto posto in classifica in coabitazione con i milanesi dell’Urania a quota 30 punti. Una vittoria meritata quella dei blucelesti di coach Meneguzzo, capaci di vincere la sfida a rimbalzo (37-43), con Mascherpa, Piunti e Balanzoni in evidenza con 7 carambole a testa, e concedere pochissimo agli avversari dalla linea dei tre punti (solo 4 triple su 23 tentativi per i cremaschi). Posto il raggiungimento virtuale della salvezza (+14  su Costa Volpino con 7 gare da disputare e un vantaggio di 9 punti nello scontro diretto), la terza vittoria esterna consecutiva pone un grosso mattone sui playoff, perché vincendo di almeno tre lunghezze contro Varese domenica prossima la post-season per la promozione sarebbe matematica.

L’avvio è subito intenso: i sette punti consecutivi di Piunti segnano il 5-7 dopo 2′ di gioco. Poi, la tripla di Montanari e i 4 punti di Zanella ribaltano il risultato a 5’54”: 12-9. Nonostante le triple di Dagnello (1) e Mascherpa (2), Lecco non riesce a operare lo strappo decisivo, perché anche Del Sorbo è implacabile con la “bomba” del 22-20 a 2′ dalla prima sirena. Il parziale di 6-0, firmato da Mascherpa, Siberna e Todeschini regala il +4 a Lecco alla fine del primo quarto: 22-26. All’inizio del secondo periodo Crema, trascinata da Zanella, piazza un parziale di 8-0 che a 6’48 significa 30-26. La GIMAR si ricompone e col “gioco da tre” di Balanzoni e la tripla di Todeschini torna avanti. Poi, in mezzo al festival dei tiri liberi sbagliati, sono le triple di Dagnello, Todeschini e Siberna a spezzare l’equilibrio (39-46 a 0’52”), prima che Montanari pareggi il risultato del secondo periodo (20-20) per il 42-46 dell’intervallo.

Nel terzo periodo, tra errori da una parte e dall’altra, l’equilibrio dura fino a metà quarto, quando Siberna e il 2/2 dalla lunetta di Todeschini regalano il +8 a Lecco: 48-56. Il tap-in di Perego firma il primo vantaggio in doppia cifra, ma non basta per ammazzare la partita. Negli ultimi 4′ del periodo, il misero parziale di 5-3 in favore dei padroni di casa, permette comunque a Lecco di raddoppiare il vantaggio dell’intervallo: 53-61. Con una situazione falli pesantissima (4 a testa per i “lunghi” Piunti, Balanzoni e Perego), la GIMAR riesce comunque a contenere bene Crema. Così, a metà quarto il distacco resta invariato: 58-66. L’ex Cissè, Bozzetto e Zanella provano ad accorciare, in mezzo alla tripla dell’ottimo Todeschini (top scorer per Lecco con 16 punti), per il 64-69 a 2′ dalla fine. Lecco tentenna dalla lunetta, Dagnello sbaglia la tripla del +8 e Zanella segna il 68-71. Ma a 30” dalla sirena finale Balanzoni stoppa Bozzetto e sul capovolgimento di fronte Mascherpa segna il +5 della sicurezza. I liberi di Dagnello fissano il risultato finale sul 70-75.

 

Prossimo appuntamento domenica alle 18 al “Bione” per la sfida a Varese (nona in classifica a 20 punti): GIMAR Basket Lecco-COELSANUS Robur et Fides Varese.

Gli avversari di domenica: EROGASMET Crema

Roster.2015-16.w

Sfida d’alta classifica per provare ad allungare ulteriormente la striscia di successi consecutivi. Domenica, a Crema, c’è in palio il quarto posto in classifica tra due squadre che possono considerarsi a pieno titolo come le sorprese di questo campionato, entrambe a quota 28 in classifica insieme ad Urania Milano. I biancorossi di coach Baldiraghi, reduci da due sconfitte consecutive contro Udine e Urania, segnano 67,7 punti a partita, con appena il 44% da due (peggio solo fanno Moncalieri e Sangiorgese) e il 28% da tre (peggio solo Moncalieri) e il 67% dalla lunetta (peggio solo Udine). Ma il punto di forza della squadra è la difesa: appena 67,8 i punti subiti a partita (quarta miglior retroguardia), e soprattutto ben 28,8 sono i rimbalzi difensivi (totali 39,9) catturati di media.

Per quanto riguarda le statistiche individuali, il quintetto-tipo è composto dal playmaker Montanari (14,4 punti e 2,6 assist a partita), dalla guardia Liberati (7,5 punti e 2,1 assist), dall’ala piccola Del Sorbo (7,4 punti e 3,4 rimbalzi), mentre sotto le plance ci sono l’esperto Zanella (10,7 punti e 5,7 rimbalzi) e Bozzetto (7,9 punti e ben 10 rimbalzi). Ottimo minutaggio anche per il play Manuelli (6,9 punti in 19′), per l’ala piccola ex Lecco Cissè (7,1 punti e 4,7 rimbalzi in 21′) e per l’ala grande Tardito (6,5 punti e 4,5 rimbalzi in 22′). Completano il roster le guardie Tagliaferri e Airini.

 

Appuntamento, dunque, a domani alle 18 al PalaCremonesi di Crema (via Pandino): EROGASMET Crema-GIMAR Basket Lecco.

GIMAR Basket Lecco-EXPO INOX Mortara 82-67

1936273_10208433620739046_2979061188922245724_nNel primo e unico turno infrasettimanale della stagione la GIMAR bissa la striscia di cinque successi consecutivi maturata all’andata battendo nettamente Mortara col punteggio di 87-62. Un’ottima prova di squadra degli uomini di coach Meneguzzo, padroni del campo per 40′ e ora nel gruppone delle quarte al pari di Crema (prossimi avversari domenica) e Urania a quota 28 punti in classifica. Ben cinque gli uomini in doppia cifra: Mascherpa (16), Piunti (15 con un eccezionale 3/3 da tre), Dagnello (14), Balanzoni (doppia-doppia da 14 punti e 10 rimbalzi) e Todeschini (12). Per la terza gara di di fila Lecco concede pochissimo all’avversario dall’arco dei 6,75 (4/14) e, nonostante il computo dei rimbalzi sorrida a Mortara (28 a 36), vince grazie ad una maggior pulizia al tiro (48% contro 38% dal campo).

L’avvio è combattuto: apre le danze la tripla di Piunti, poi è il capitano ospite Grugnetti a mettersi in mostra coi 4 punti consecutivi che regalano il vantaggio a Mortara a metà periodo sul 7-9. Poi, Lecco prova a scappare e in meno di 3′ vola sul “più otto” coi liberi di Mascherpa (17-9), prima del tentativo di rientro gialloblu stoppato dal canestro di Balanzoni per il 21-13 di fine primo quarto. Nel secondo periodo Lecco parte forte e con un parziale di 17-7, condito da un 2/2 da dentro l’area di Balanzoni e suggellato dalla tripla di Mascherpa, scrive il 38-20 a 4’16” dall’intervallo. Mortara però reagisce e con un controparziale di 11-0 arriva a “meno sette”, prima che Mascherpa decida di chiudere il secondo quarto a modo suo con la tripla del 41-31 che chiude il suo primo tempo perfetto con un 100% al tiro (2/2 da due e 2/2 da tre).

Nel secondo tempo (terzo periodo da 33-13) le resistenze di Mortara durano poco più di un minuto e finiscono quando Dagnello segna la tripla che risponde al 3/3 dalla lunetta di Pontisso per il 46-36. Poi in campo c’è solo la GIMAR: parzialone di 18-3, con 8 punti di Piunti, e gara chiusa a 3’33” (64-39). Il vantaggio oltrepassa addirittura i 30 punti a poco meno di un minuto dall’ultimo mini intervallo col 2/2 dalla lunetta di Perego, prima che i liberi di Brunetti arrotondino il risultato sul 74-44 di fine terzo quarto. Negli ultimi 10′, utili solo per le statistiche, Lecco spegne la luce e segna un solo canestro dal campo con Mascherpa: il parziale ospite di 8-23 rende meno amara la sconfitta di Mortara. Finisce 82-67.

 

Prossimo appuntamento domenica alle 18 al PalaCremonesi di Crema (via Pandino 23) per la sfida d’alta classifica: EROGASMET Crema-GIMAR Basket Lecco.

Gli avversari di domani: EXPO INOX Mortara

image

Dopo aver passato a pieni voti l’esame di maturità di Bergamo, che è coinciso con la quarta vittoria consecutiva, ritorniamo subito sul parquet del “Bione” per il primo e unico turno infrasettimanale di questa stagione. Avversaria la Expo Inox Mortara di coach Zanellati, autrice di una grande impresa due giorni fa contro Urania Milano, battuta nettamente 84-70. I pavesi, penultimi in classifica a 8 punti, segnano 67,4 punti a partita tirando col 45% da due, col 30% da tre e col 75% dalla lunetta dei tiri liberi, mentre in difesa subiscono 74,7 punti a partita (terza peggior difesa del girone). Sostanziale equilibrio per quanto riguarda i rimbalzi, con le loro 35,3 carambole catturate a partita a fronte delle nostre 36. I gialloblu inoltre sono la peggior squadra di “ladri” con appena 4,2 recuperi a partita.

Per quanto riguarda i numeri individuali, il quintetto-base è composto dal playmaker Grugnetti (13,1 punti e 3,6 assist), dalla guardia Colamarino (13 punti e 2,3 assist), dall’ala piccola Pontisso (7,5 punti e 2,6 rimbalzi), dall’ala grande Paunovic (7,5 punti e 5,3 rimbalzi) e dal pivot Brunetti (15,6 punti e 8,3 rimbalzi). Offrono un buon minutaggio anche il play Luis (2 punti in quasi 11′ di impiego medio), l’ala piccola Avanzini (4,6 punti e 3,8 rimbalzi), l’ala grande Bialkowski (6.8 punti e 4,7 rimbalzi in 20′). Completano il roster il rientrante Bossi (guardia classe ’96) e il lungodegente Ferretti (ala piccola che in 7 presenze ha messo insieme 2,7 punti in 8′ di impiego).

All’andata fu una vittoria sofferta per 72-79 con Mascherpa (22 punti e 25 di valutazione) e Piunti (20 punti e 25 di valutazione) sugli scudi. Dall’altra parte ci fu la super prestazione di Brunetti, autore di 23 punti e 18 rimbalzi per una valutazione di 34.

Appuntamento, dunque, per domani sera al “Bione” alle ore 21: GIMAR Basket Lecco-EXPO INOX Mortara.