GIMAR Basket Lecco-URANIA Milano 72-84

12968126_10208968078220149_4400825366060856033_o

Non bastano i rientri di Mascherpa e Piunti (Balanzoni out) per alimentare i sogni di quarto posto. La GIMAR cade 72-84 al “Bione” nello scontro diretto con Urania, ora quarta matematicamente, in una gara che non l’ha mai vista condurre nel punteggio, tranne sul primo canestro della serata di Siberna. A due giornate dalla fine, il quinto posto è ancora raggiungibile, a patto di ottenere una vittoria in più di Crema. In caso contrario, la sesta piazza dovrebbe essere abbastanza blindata: basterà una vittoria con una tra Moncalieri e Sangiorgese per tenersi alle spalle Vicenza. Buone le percentuali in attacco, con un 42% dal campo, male in difesa: i milanesi hanno dominato nel pitturato (60% da due), con capitan Paleari sugli scudi (doppia-doppia da 23 punti e 11 falli subìti).

L’avvio è tutto di marca rossoblu: 4-13 dopo 3’30” con Torgano in evidenza (7 punti). La GIMAR fatica, ma non smette di lottare: il parziale di 11-5, condito dai 5 punti di Mascherpa e dalla prima “bomba” di serata di Dagnello, significa -3 a 1′ dalla prima sirena (15-18). Un canestro e fallo subìto di Paleari e un buzzer beater di Stijepovic, però, allungano ancora: 17-23 a fine periodo. Il secondo quarto si apre con un nuovo tentativo di rientro di Lecco: Dagnello e Mascherpa colpiscono dall’arco trovando il minimo svantaggio (27-29 a 7’38”). Stijepovic e Torgano ripagano della stessa moneta e Urania torna saldamente al comando della gara: 30-37 a metà periodo. Non basta un’altra tripla di Dagnello a scuotere la GIMAR, perché Urania, avvantaggiata da una situazione falli favorevoli, viaggia spesso in lunetta (35-44 a 30”). Piunti, 3/3 dalla lunetta, accorcia, prima di un altro canestro a fil di sirena, questa volta di Paleari, che fissa il 38-46 all’intervallo lungo.

Il terzo quarto è quello decisivo, in negativo. E dire che l’avvio è incoraggiante, con la “bomba” di Todeschini ad aprire le danze e a ridurre lo svantaggio, che rimane colmabile fino alla metà del periodo (43-50). Poi, in campo, ci sono solo gli ospiti: un “gioco da tre” di De Bettin segna il primo vantaggio in doppia cifra per i milanesi (+10) che, nella restante metà quarto dilagano con un parziale di 7-17, favorito anche da un metro arbitrale severissimo nei confronti di Lecco (tre falli tecnici fischiati rispettivamente a Mascherpa, a coach Meneguzzo e a Piunti). Così, a 10′ dalla fine, il risultato risulta compromesso per i blucelesti. Nell’ultimo periodo Lecco rende meno amara la sconfitta, arrivando a -10 con la penetrazione di Mascherpa a 2’36”, ma è troppo tardi. Paleari ha ancora il tempo per migliorare il proprio score e chiudere definitivamente la gara sul 72-84.

Prossimo appuntamento sabato alle 20,30 al PalaEinaudi di Moncalieri: PMS Moncalieri-GIMAR Basket Lecco.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...