CO.MARK Bergamo-GIMAR Basket Lecco 70-46

10644566_10208717401553389_2390249371915923783_o

Si chiude in gara 3 dei quarti di playoff la stagione 2015-16 della GIMAR Basket Lecco, travolta a Bergamo 70-46. Una gara durata solo fino all’intervallo, decisa dalla maggiore profondità del roster giallonero e dal dominio a rimbalzo (52 vs 32), oltre che da percentuali bassissime nelle mani dei blucelesti (39% da due, 8% da tre e 59% dalla lunetta). Va in archivio, quindi, una stagione comunque positiva per la società del Presidente Antonio Tallarita che, partita con l’obiettivo della salvezza, per il secondo anno consecutivo è riuscita a regalare ai suoi tifosi un traguardo per molti impensabile. Oltre che alla società e ai dirigenti, un applauso va anche a coach Meneguzzo e al suo staff, capaci di plasmare un vero gruppo che, nonostante l’età media più bassa del girone, ha saputo lottare alla pari coi grandi della categoria. E’ stata la stagione del record di punti in Serie B (34), del miglior piazzamento (6° posto) e della striscia di vittorie più lunga (sette, tra gennaio e febbraio). Prova della bontà del lavoro svolto è sicuramente la ritrovata passione dei tifosi che, in casa al “Bione” così come in trasferta, hanno gradualmente aumentato le loro presenze. Fino al centinaio di lecchesi che ieri hanno riempito il settore ospiti dell’Italcementi e, a fine gara, si sono fermati ad applaudire la squadra per quanto fatto.

La cronaca. L’avvio è promettente: 0-6 dopo 2′ con la tripla di Dagnello, l’1/2 di Brambilla e la penetrazione di Mascherpa. In un minuto, però, Bergamo raggiunge la parità con Panni e Ghersetti (4). Si prosegue punto a punto, Mascherpa infila altri 5 punti, ma sono ancora Panni e Ghersetti a non far scappare Lecco: 11-11 a metà periodo. Piunti, Dagnello e Balanzoni tengono la GIMAR avanti nel punteggio, prima del pareggio di Pullazzi e del 2/2 di Panni ai liberi che porta in vantaggio la Co.Mark (20-18 a 2′). Vantaggio che rimarrà intatto fino al termine della gara. Botta e risposta dalla lunetta tra Piunti e Bloise: 22-20 alla fine del primo quarto. Il secondo periodo è un incubo per l’attacco bluceleste: in 7’30” la retina non si muove nemmeno una volta, ma Bergamo non ne approfitta appieno segnando appena due volte dal campo (29-20 a 2’30” dall’intervallo). Balanzoni dalla lunetta sblocca Lecco, ma Ghersetti prima e Panni poi spingono Bergamo sul +10: 33-23 a 1’43”. Piunti e Todeschini provano a ricucire, ma è ancora Panni a spegnere i tentativi di rientro, sempre dalla lunetta dei liberi: 35-26 a metà partita.

L’inizio del terzo quarto è fotocopia di quello del secondo: in 4′ nessun punto, ma Bergamo stavolta non sta a guardare e col parziale di 14-0, aperto e chiuso da Chiarello, azzanna il match (49-26). La tripla di Siberna e il 2/2 di Piunti ai liberi provano a dare la scossa, ma Scanzi è implacabile con la seconda tripla della sua serata: 52-31 a 4’41”. La GIMAR prova a reagire e, alla terza sirena, rende meno pesante il parziale: 54-40. L’ultimo periodo si apre col canestro di Freri che sembra poter cambiare l’inerzia della gara dopo una serie di errori dei padroni di casa. Ma è un fuoco di paglia, perché Bergamo torna a raggiungere distacchi ampissimi con Scanzi protagonista (top scorer con 14 punti). Finisce 70-46.

GRAZIE A TUTTI!

SEMPRE FORZA LECCO!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...