Bala resta con noi!

image

Alla prima stagione da protagonista dopo tre anni da apprendista in Serie A a Varese, Jacopo Balanzoni, pivot classe 1993, è stato uno tra gli uomini più importanti per il raggiungimento della seconda qualificazione consecutiva ai playoff. Una stagione da 9,1 punti e 8 rimbalzi in stagione regolare e 10,7 punti e 7,7 rimbalzi nella serie playoff con Bergamo, con un high di 19 punti segnati contro Vicenza in casa. Inoltre, è risultato il miglior stoppatore del girone. Sarà con noi anche nella stagione 2016-2017.

Allora Bala, innanzitutto ben ritrovato. Felice di essere rimasto a Lecco? Cosa ti ha convinto a prolungare?

Sono felicissimo. Qui mi sono trovato molto bene, sia a livello di città che di staff tecnico. Inoltre, la società si è sempre dimostrata disponibile ad esaudire le mie richieste. Per questo alle altre squadre che mi hanno cercato ho sempre risposto che la mia priorità era Lecco. Fondamentale è stata anche la riconferma di Max in panchina: sia a livello tecnico che umano è sicuramente uno dei migliori con cui ho lavorato.

Facciamo un passo indietro. Nonostante gli infortuni, sei stato uno dei protagonisti della stagione scorsa, con un bel crescendo nella serie playoff. Sei soddisfatto di quanto fatto?

Mah, soddisfatto posso esserlo fino a un certo punto. L’anno scorso abbiamo battuto due volte Bergamo in stagione regolare e sfiorato la vittoria a Orzinuovi e in casa con Udine. Senza i tanti problemi legati agli infortuni, forse avremmo potuto ambire a qualcosa di più di un quarto di finale. A livello personale, invece, sono abbastanza contento, perché oltre a punti e rimbalzi sono consapevole di svolgere un lavoro “sporco” che non figura nei tabellini, ma che è importante nell’economia del gioco di squadra.

Dopo gli addii di Mascherpa, Piunti e Dagnello, la prossima stagione sarai uno tra i più “anziani”. Ti senti maggiormente responsabilizzato?

Per quanto riguarda le partite sinceramente non troppo di più, perché anche l’anno scorso avevo un minutaggio importante e sapevo di dover dare una mano alla squadra. Certo, quest’ anno cercherò di aiutarla ancora di più. Per quanto riguarda il rapporto coi compagni più giovani farò come ho fatto l’anno scorso col gruppo dei ’96 e i due ’98: li aiuterò con la massima serenità.

Un augurio per la prossima stagione?

Speriamo di riprendere da dove abbiamo lasciato e di volgere lo sguardo ancora più in là. Perché da due anni a questa parte il Basket Lecco ha dimostrato che, nonostante gli avversari sulla carta siano più quotati, il lavoro in palestra e il gruppo sono più importanti dei nomi.

GRAZIE BALA e FORZA LECCO!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...