Che fatica con Rimini, ma il Bione resta ancora imbattuto

D4A55D00-65CE-4E14-BDF9-DA77DC404B28

Inizia con tanta sofferenza il 2018 dei ragazzi, ma con 2 punti fondamentali che ci permettono di accorciare a -2 sul terzo posto occupato da Crema e di incrementare il vantaggio su Faenza (+4), una delle rivali più accreditate per le prime posizioni in classifica. Il Bione, grazie all’ottavo successo in altrettante gare casalinghe, resta inviolato (solo le grandi favorite Cento e Piacenza non hanno mai perso in casa come noi). Mvp di serata Jacopo Balanzoni, autore di 23 punti e 13 rimbalzi per una valutazione complessiva di 36. In doppia cifra anche Cacace (13) e Solazzi (12).

La cronaca. Pronti via e Balanzoni fa subito la voce grossa, con 5 punti che valgono il 7-2 dopo poco più di 2′. Lo stesso pivot è precisissimo dalla lunetta e a metà del terzo periodo il tabellone dice 13-9. Poi, si spegne la luce. E Rimini piazza un parziale mortifero di 2-15, grazie a un Myers scatenato dall’arco (3/3) che infila 11 punti personali e porta i suoi sul 15-24 alla prima sirena. In avvio dio secondo periodo Myers colpisce ancora da tre punti (18-29), mentre Caroli mette il canestro del +13 (nostro massimo svantaggio del match) dopo 2’22”. A metà quarto, però, la reazione dei ragazzi, con Cacace, Balanzoni e Fabi, produce il -6 (29-35). Rimini riallunga grazie a una lunga sequenza di tiri liberi, Cacace colpisce ancora dalla lunga distanza e Spera, a poco più di 1′ dall’intervallo, fa -2 dalla lunetta, prima che Caroli fissi il 40-44 al 20′.

Nel terzo periodo Rimini sembra scappar via di nuovo. Il solito Myers segna da tre punti, imitato da Sipala (43-52) al 3′. Ma Balanzoni non ci sta e segna anche lui dall’arco la tripla del -4. Busetto fa 5 punti consecutivi e Rimini torna a distanza di sicurezza (50-58), prima che Fabi si metta in proprio con i 7 punti a referto che valgono il -1 al 30′: 57-58. Nell’ultimo quarto non si segna per 3’30”, quando Solazzi opera il sorpasso, ma a metà quarto gli ospiti sono ancora davanti grazie alla tripla di Busetto (61-62). Toniato fa anche +3, ma Spera da sotto e Solazzi (2/3 ai liberi) firmano il nuovo sorpasso: 65-64 a 3′ dalla fine. Sipala realizza il nuovo vantaggio Rimini, ma Cacace dalla lunetta è glaciale e fa 67-66 a 1′ dalla fine. Nemmeno Busetto trema dalla linea della carità, ma dopo il time-out chiamato da Meneguzzo Maccaferri trova la penetrazione vincente che decide la gara. L’ultimo possesso è per i romagnoli: i ragazzi difendono fortissimo e suona la sirena finale. Finisce 69-68.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...