Gimar da rimonta, ma Piacenza la spunta nel finale

6403B245-DE57-44F3-8E4A-858513C22C49

Non bastano due grandi rimonte nel secondo tempo per avere la meglio sulla Bakery Piacenza seconda forza del campionato: al Pala Franzanti finisce 72-68. Resta in ogni caso la consapevolezza di essersela giocata alla pari contro una delle favorite al salto in A2. A fare la differenza sono stati i viaggi in lunetta (13/14 Piacenza, 5/8 noi), visto che sia da dentro l’area (50%) che dall’arco (41%) le percentuali sono state identiche. Mvp di serata Balanzoni con 22 punti e 4 rimbalzi.

La cronaca. Pronti via e con Spera, Balanzoni e Maccaferri voliamo sul 7-0. Vantaggio che rimane identico al 4′ sul 4-11 e al 6′ sul 6-13 sempre con Balanzoni protagonista. Piacenza, però, pian piano rientra: spinta dalle triple di Rombaldoni, Bruno e Stanic sorpassa al 10′ sul 19-16. Il secondo quarto è da incubo. Perego da sotto e Stanic ancora dall’arco fanno subito +8, Balanzoni dalla lunetta e Cacace provano a stoppare la furia dei padroni di casa, ma è ancora il play argentino della Bakery a colpire dalla lunga distanza: 31-20 dopo 2’25”. Svantaggio per i ragazzi che diventa più corposo meno di 1′ dopo sul 35-20. Balanzoni a 3’30” dall’intervallo sigla il canestro che ci riporta sotto la doppia cifra (37-28), ma Pederzini e Rombaldoni riportano Piacenza a distanza di sicurezza, prima del canestro di Maccaferri: 42-30 all’intervallo.

Nel terzo periodo arriva la prima rimonta. Solazzi e Balanzoni infilano 4 punti a testa e il mini-parziale di 8-2 ci fa rientrare in gara: 44-38 al 3′. Birindelli ridà fiato a Piacenza con 4 punti consecutivi, ma a 3′ dalla terza sirena il neo arrivato Costa segna il suo prima canestro bluceleste e fa -2: 48-46. Cacace pareggia il conto dalla lunetta, prima che la luce in attacco si spenga e Piacenza firmi il parziale di 8-0 per il 56-48 a fine terzo periodo. Parziale che rimane aperto anche nei primi 3′ dell’ultima frazione di gara: Pederzini, Bruno e Perego fanno +13 (61-48). I ragazzi, però, non capitolano. Anzi, Cacace si sblocca dall’arco e in 30” infila due bombe che riaprono i giochi sul 63-56 a poco più di 3′ dalla fine. Stanic ha fretta di chiuderla e con 5 punti consecutivi riporta Piacenza in doppia cifra di vantaggio: 68-57 all’8′. Finita? No, perché i ragazzi gettano il cuore oltre l’ostacolo. Morgillo in 20” mette altre due triple che valgono il -5, Stanic prende tecnico per simulazione e Cacace colpisce ancora da tre punti per il -2 a 53” dalla sirena finale (68-66). Maccaferri recupera palla sullo stesso Stanic, ma il contropiede non porta effetti. La Bakery va in confusione e perde nuovamente palla, questa volta direttamente su rimessa. A 15” dalla fine un grandissimo Balanzoni va a sbattere contro il ferro e Piacenza può chiuderla dalla lunetta con un 4/4 di Rombaldoni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...