Gli avversari di domani: Rekico Faenza

Il ciclo terribile di 3 gare in 7 giorni si chiude sul difficilissimo parquet del Pala Cattani di Faenza, dove solo la capolista Cento è riuscita a vincere in questa stagione. I neroverdi di coach Marco Regazzi ci appaiano in classifica a 28 punti e sono reduci da 5 vittorie consecutive. All’andata finì 72-52 per noi, un buon margine nel caso di arrivo a pari punti, ma quella di domani sarà un’altra partita. Dopo un avvio di campionato complicato, a dispetto dei pronostici della vigilia, la Rekico si è ripresa alla grande e ora punta dritta alla parte alta del tabellone playoff. Con 80 punti tondi segnati a incontro, i romagnoli sono il terzo miglior attacco del girone (53% da due e 34% da tre), mentre in difesa subiscono più di noi (71,5 punti contro 69,5). A rimbalzo, sono 35,4 le carambole catturate a partita contro le nostre 38,6.

Il principale terminale offensivo di Faenza è il playmaker Mattia Venucci, capocannoniere del torneo con 17,5 punti e secondo per valutazione con 21,3. Venucci cattura anche 3,3 rimbalzi e distribuisce ai compagni 4,3 assist. A muoversi insieme a lui sul perimetro gli esterni Marco Perin (12,8 punti e 4,1 assist) e Lorenzo Brighi (8,5 punti e 3,2 rimbalzi). Sotto canestro, ecco l’ala grande Gioacchino Chiappelli (10,9 punti e 8,3 rimbalzi) e il pivot classe ’98 Giordano Pagani (6,4 punti e 3,2 rimbalzi).

In un’uscita dalla panchina l’ala piccola Riccardo Iattoni (10,7 punti e 4,2 rimbalzi), l’ala grande classe ’97 Simone Aromando (6 punti e 4,1 rimbalzi), il pivot Jacopo Silimbani (5,9 punti e 4,3 rimbalzi) e il play Lorenzo Benedetti (3,1 punti). Completano il roster gli under Jakov Milosevic, Luca Samorì, e Matteo Petrini.